PRERISCALDO DEI FOREHEARTHS E CURVE DI PRERISCALDO

Il preriscaldo di tutte le strutture refrattarie è sempre necessario perché i refrattari dilatano con l’aumentare della temperatura; il conseguente aumento di volume deve essere pertanto graduale per evitare rotture.

La temperatura d’esercizio all’interno del forno da vetro e nei forehearths potrebbe teoricamente essere raggiunta in brevissimo tempo, ma in tal caso  non ci sarebbe il tempo di uniformare la temperatura delle strutture refrattarie.

Ad esempio, se la vasca di fusione venisse scaldata troppo velocemente, i blocchi di palizzata in elettrofuso raggiungerebbero una temperatura molto elevata sulla faccia interna, mentre su quella esterna rimarrebbe una temperatura molto più bassa.

La zona interna più calda dilaterebbe molto di più rispetto a quella esterna e, non potendo muoversi poiché frenata dalla zona più fredda, creerebbe una differenza di dilatazione che causerebbe fratture.

Viceversa, se un refrattario non dilatasse con l’aumentare della temperatura non si muoverebbe, e pertanto non potrebbe rompersi.  Un refrattario con tali proprietà esiste ed è la silice fusa, che ha un coefficiente di dilatazione molto basso (vicino allo zero), e pertanto viene comunemente impiegato in caso di riparazioni a caldo.

Sia i canali che le sovrastrutture dei forehearths sono prodotti in qualità differenti in funzione del tipo di vetro prodotto e del tipo di forehearth (se colorante o no).

Ognuna delle qualità ha una sua curva di preriscaldo legata al tipo di materiale di cui è composta.

pc con canale 3

Per costruire una curva di preriscaldo corretta, occorre prima di tutto conoscere le curve di dilatazione dei refrattari utilizzati e tener presente che, nel preriscaldo, la velocità di salita della temperatura deve diminuire in presenza di forti variazioni di dilatazione, mentre può aumentare se la dilatazione non è eccessiva ed è lineare.

Se sono presenti nel forehearth, refrattari con entrambi i tipi di dilatazione sopra citati, la curva terrà conto di tutte le variazioni e dei punti critici.

NON SEI ANCORA REGISTRATO? Crea il tuo account con un click.
Il nostro servizio commerciale ti abiliterà e potrai entrare nella nostra AREA DOWNLOAD.

HAI GIA’ UN ACCOUNT?